Thailandia

Bangkok

Da Vientiane a Bangkok è un’ora di volo più o meno e infatti stavo per fare un risposino quando il pilota ha annunciato che si apprestava ad atterrare 😅.  Come scrissi già, è possibile prendere anche un treno o un bus per potersi spostare tra il Laos e la Thailandia (così come anche per andare in Cambogia o in Vietnam, essendo ben collegate via terra). Ovviamente se siete disposti a farvi parecchie ore di strada. Credo che la soluzione migliore sia viaggiare in notturna almeno, dormendo, sentirete meno la strada e il tempo.

Bangkok…la capitale della Thailandia. Un mix grandioso di profumi, smog, gente e culture. Ce ne siamo innamorati tanto da sentirci subito a nostro agio. Non è difficile muoversi perché con il treno o la barca potete arrivate ovunque. Il treno è comodo se dovrete spostarvi verso i centri commerciali dato che arriva direttamente all’ingresso di questi, mentre le barche sono utilissime per visitare la città in tutti i suoi templi e quartieri. I costi sono molto convenienti per entrambe le scelte. La barca costa 15 baht  (40 cent di €) e recatevi al banchetto che espone il prezzo che vi ho detto, perché molti altri che vedrete sono relativi a tour o comunque sono trappole per turisti in cui vi trovate a pagare molto di più. Il treno invece costa 34 baht (90 cent di €) se vi fermate nei centri commerciali, mentre costa 37 baht (99 cent di €) se vi fermate a Chinatown (consiglio la visita anche se non ci ha entusiasmato). Riguardo i taxi invece assicuratevi usino il tassametro perché quando siamo arrivati e ne abbiamo preso uno, non usando il tassametro, ci ha pelato 600 baht (16€) e infatti poi abbiamo letto che quando si rifiutano di usare il tassametro è buona cosa non salire.

Abbiamo alloggiato al Decor do Hostel che si trova in posizione strategica di fronte al fiume e attraversato il ponte c’è subito il molo per prendere la barca e anche la stazione del treno, dunque comodissimo ed economico. Abbiamo vicino un parco in cui vi sono attrezzi gratuiti per chi ama fare palestra e solitamente li vicino c’è sempre un maiale nero enorme che riposa e ieri si è avvicinato per le coccole 😆🐷. Lo tengono come da noi si tengono i cani o i gatti. Sono contenta di vedere un animale come il maiale finalmente rispettato. 😉

Cosa abbiamo visitato:

Tempio Wat Arun che è un complesso di tre templi tutti molto belli e decorati con la ceramica a motivi floreali,

Tempio Wat Bowonniwet dall’inconfondibile stupa dorato all’esterno,

Tempio Wat Mahatat con i tipici cortili formati da corridoi a tettoia che ospitano varie statue di Budda,

Tempio Wat Phra Kaew adiacente al Palazzo Reale e il costo è di 800 baht (21€) e abbiamo preferito fotografarlo da fuori essendo davvero bello. L’area è controllata dai poliziotti che vi fanno passare solo dopo avervi controllato il passaporto. Quando siamo andati noi c’è stato un momento in cui hanno fermato il traffico di turisti perché doveva passare un’auto con all’interno un membro della famiglia reale. C’era una cerimonia particolare quel giorno perché le donne vestivano tutte di nero e avevano una spilla identica ciascuna. Davvero molto eleganti, al contempo c’erano dei baldacchini preparati per dare cibo e bibite gratuite a tutti, turisti compresi. Abbiamo approfittato anche noi dato che il cibo di strada si rivela sempre il migliore e loro erano ben contenti se partecipavi. Pure alcuni militari avevano il baldacchino che distribuiva da bere 😊.

Tempio Wat Pho a dir poco splendido con una stanza che ospita la statua gigante del Budda sdraiato, riccamente decorata e dipinta e anche qui gli stupa sono di finissima ceramica.

Il flusso di turisti è sempre molto, comunque riuscirete a visitare tutto e senza fretta, qualche tempio si paga (quelli più famosi) altri invece, comunque molto belli, sono gratuiti. Noi non li abbiamo visitati tutti ma i principali.

Riguardo ai centri commerciali abbiamo preferito quelli di Kuala Lumpur perché offrono merce di tutti i prezzi mentre qui offrono perlopiù merce super lusso e sono meno belli anche come estetica.

Parlando di cibo consiglio vivamente quello di strada e la frutta provatela assolutamente in uno dei tanti baldacchini che trovate lungo le vie. Il mango poi è tanto squisito 🌺. Come prezzi il cibo varia molto. Se prendete cibo di strada risparmiate e mangiate bene lo stesso. Inutile dirvi che i ristoranti sono davvero belli e colorati e vi tenteranno parecchio. Controllate sempre i prezzi. Lo stesso pesce venduto alla bancarella ve lo vendono al doppio nei ristoranti.

La vista serale della città è stupenda, specialmente al tramonto. È una città accogliente nonostante il turismo sempre abbondante e nonostante il traffico. Nelle aree dei templi è davvero rilassante e qualche volta trovate anche la possibilità di provare degli abiti tipici thailandesi con tanto di gioielli e farvi immortalare davanti ai templi in queste vesti folkloristiche. Pagando ovviamente per il noleggio degli abiti 😄. Sappiate che riguardo ai souvenir i prezzi sono MOLTO alti a volte e sicuramente non sempre la qualità giustifica il prezzo. Contrattate sempre, sebbene a volte non trovate dall’altra parte la persona che ha voglia di abbassare il prezzo. Detto sinceramente ho visto artigianato più bello in India, LaosMalesia. Ma per ora ho visto solo Bangkok quindi penso che nel resto della Thailandia vi sia artigianato migliore e magari a prezzi più onesti. Vendono molti gioielli fatti di giada (controllate non sia plastica) o fatti di pietre preziose o semi preziose. Quelli sono la cosa più bella che ho visto e spesso sono nascosti in qualche viuzza di Chinatown e la merce un po ammassata, ma probabilmente è proprio in negozi del genere che si possono concludere gli acquisti più interessanti. Chinatown è formata da dedali di viuzze molto strette ma suggestivi. Vedi la vita quotidiana delle persone, vedi l’interno delle loro case, vedi una città nascosta che si offre solo a chi ha il coraggio e desiderio di inoltrarsi.

Una sola cosa mi è dispiaciuta: in alcuni ristoranti e non solo, vendono i nidi di uccello…da mangiare e preparano la zuppa alla pinna di squalo. Non comprate queste cose per evitare di fomentare questo mercato per favore 😔. Il gusto esotico lo trovate in altro. Piuttosto provate i massaggi che costano poco e li fanno all’aperto in puro stile thai e vedendo la faccia di turisti che lo stavano facendo, direi che siano puro relax.

Sempre parlando di cultura, nel Centro Arte e Cultura che si trova nella stessa zona dei centri commerciali, c’è una mostra fotografica di Sebastião Salgado che è un vero e proprio gioiello. Foto scattate in trent’anni di viaggi per il mondo stando a contatto con popoli primitivi talvolta. Foto intense, talvolta di una tristezza sconcertante, riprese di quotidiane fatiche ma anche di rara bellezza. Volti umani e paesaggi si susseguono e vi emozioneranno. La mostra dura ancora qualche giorno. Ai primi di marzo si conclude.

E ora concludo anch’io salutandovi e alle 17 prendiamo il volo per Phuket. Ciaooo. 🌸

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...