Australia

Sydney

Australian day oggi…o Invasion day se lo vediamo dalla parte degli Aborigeni. C’era una marea di gente in giro e purtroppo ancora nuvoloso. Abbiamo fatto anche un incontro molto interessante. Ora vi racconto:

C’è stata una protesta da parte degli Aborigeni come potete leggere qui. Per quanto mi riguarda credo che…abbiano ragione gli Aborigeni 😉. C’erano dei banchetti che distribuivano bandierine australiane e aborigene e le abbiamo prese anche noi.  Vi segnalo il sito in cui trovare tutti gli eventi della giornata:

http://www.australiaday.org.au/events/

C’erano parecchie bancarelle di cibo di strada molto gettonate e davvero proponevano ogni tipo di prelibatezze 👌.

Da domani fino al 12 Febbraio c’è la celebrazione del Capodanno Cinese e la città è allestita con dragoni colorati, un serpentone dorato e vari richiami orientali molto particolari. Ci sarà Opera House illuminata con giochi di luce che ogni anno cambiano rendendo tutto più suggestivo. Credo che anche i prezzi subiranno dei cambiamenti in questo periodo 😆.

Una nota sulla Art Gallery gratuita (per fortuna) perché lascia davvero perplessi su cosa significhi arte. Manca totalmente arte li dentro, quindi fate voi. Noi l’abbiamo visitata giusto perché ci siamo passati davanti. Altra nota negativa riguarda i negozi di souvenir, che a parte le cineserie varie che pretendono di riprodurre artigianato aborigeno, mettono in vendita scroto di canguro sottoforma di portachiavi, pelle di alpaca come tappeti e zampe di canguro che fa il dito medio, ma purtroppo non fa ridere, perché è tutto vero! Prezzi molto alti naturalmente anche per queste sciocchezze.

Se volete comprare vero artigianato recatevi nelle gallerie di opere artistiche Aborigene sparse per il centro, potrete ascoltare il suono del Didgeridoo e ammirare i dipinti colorati di ogni misura che sono appesi alle pareti, oltre ad altri tipi di monili e manufatti. Meritano veramente. I prezzi ovviamente variano molto. Noi ci siamo accontentati di guardare per ora, magari in futuro quando faremo un altro viaggio in Australia potremo comprarci qualcosa 😊.

Abbiamo incontrato una signora seduta per terra con in parte un cartello che protestava riguardo la festa di oggi è solo per ricchi in quanto lei che ha una figlia malata di cancro non riceve cure adeguate perché non se le può permettere. Così ci siamo fermati con lei a parlare e abbiamo scoperto una verità che in molti ignorano e le tv bellamente tacciono. Le diversità sociali qui sono MOLTO evidenti e ingiuste. Come in America, anche qui devi avere soldi per curarti altrimenti ti lasciano in attesa sebbene sei urgente, le visite costano molto e generalmente tutto è fatto solo per soldi. Come in Italia insomma, che tra poco ci sarà la sanità privata visto già come fanno pagare una semplice visita o una terapia tra le più semplici. Vergognoso a dir poco! Ci ha fatto piacere conoscerla, si chiama Diana e ci siamo lasciati con un sorriso e l’augurio di buona fortuna. Se ho capito bene, ha lanciato una campagna su Twitter per far conoscere la sua storia:

https://mobile.twitter.com/HelpLeila

Già conoscere questi fatti è un passo. 🌻

Comunque meglio non illudersi di falsi paradisi…ogni stato ha problemi, spesso più grandi di quanto crediamo.

E domani si parte per Kuala Lumpur 👍✈.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...