Nuova Zelanda

Queenstown

La nottata è stata freddina, fortuna che eravamo in auto col sacco a pelo e non in tenda come molti altri, altrimenti avremmo sofferto parecchio. Camping scarso comunque, per il prezzo che aveva poteva offrire di più. Ma lasciamo perdere. A una signora hanno pure fregato il cellulare. Andiamo bene! 😐

Si parte alla volta di Queenstown, la cui strada che porta alla città passa in mezzo a monti bellissimi dalle curve dolci per poi inasprirsi verso l’alto con la totale assenza di vegetazione e qualche spruzzo di neve. Pareva zucchero a velo sopra il pandoro 😃. Ci siamo fermati a fare varie foto perché i paesaggi sono unici. Fortuna che su quelle strade si trova poco traffico, sono parecchio ondulate.

Arrivati alla città, decidiamo di parcheggiare il più lontano possibile dal centro perché costa molto un parcheggio. Se vuoi mettere l’auto in centro per tutto il giorno ti costa 12$. Con poco più abbiamo pranzato egregiamente al ristorante indiano, immancabile e che non delude mai. Ci hanno accolto due camerieri molto simpatici che si sono intrattenuti a parlare con noi e chiederci cosa facciamo in NZ per poi parlare di India in tutte le sue possibili sfumature, sempre interessanti. Altra cosa molto interessante, è l’elevato numero di annunci appesi alle vetrine che in quasi ogni negozio cercavano personale. Se l’intenzione fosse stata di fermarci e lavorare, senz’altro avremmo chiesto, ma dato che ci costa di più alloggiare e mangiare rispetto al guadagno, preferiamo proseguire e concludere l’esperienza neozelandese. Sappiate che questa città è una delle più costose.

La città di Queenstown è piena di aree verdi, ci siamo sdraiati in un parco in cui molte altre persone stavano riposando, al suono di una fontanella, il chiacchiericcio delle anatre e il sole caldo nonostante il vento fresco. Incantevole il lago Wakatipu con le sue gradazioni di blu che va dal chiaro di alcuni tratti fino al blu. Organizzano parecchie gite con i battelli e c’è moltissima gente. Ci siamo fermati in una gelateria, dopo quasi un anno senza toccare un gelato artigianale, comprando un cono al sorbetto arancia e basilico un po particolare ma squisito. La città ci è piaciuta di più rispetto a Wanaka, perché più rilassata e ricca di bellezza.

Ora ci troviamo in un campeggio a Mossburn, paesino non turistico ma ideale per fermarsi a dormire prima di proseguire per la zona dei fiordi. Il campeggio ha anche animali come mucche, pecore, capre, galline e alpaca. Hanno anche un pavone e infatti ho trovato nell’erba una meravigliosa piuma iridescente. Il campeggio è bello e spazioso essendoci poca gente, docce e bagni puliti e un’area verde molto estesa. Approfittiamo per lavare i vestiti 😉.

E a proposito di viaggi, vi lascio questo video che mi piace parecchio e la canzone è molto eloquente 👍❤.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...