Nuova Zelanda

Nebbia e foreste

La nottata non è stata semplice. Devo abituarmi a dormire in auto (non credo ci si abitui mai 😣) e così ho avuto difficoltà a dormire. E vabe…pur di risparmiare bisogna usare questi metodi. Quando si è fatto buio abbiamo seguito il sentiero che porta a vedere i vermi luminosi che non è stato possibile fotografare perché col buio non si vedono bene attraverso la macchina fotografica e comunque sono belli gli effetti luminosi stile Presepio che creano.

L’itinerario che avevamo pensato oggi, ovvero di visitare il fiume color ghiaccio, purtroppo non è stato fattibile perché ha piovuto molto forte. Così ci siamo diretti verso le zone dei ghiacciai e anche li pioveva a dirotto e con la nebbia umida creatasi, non abbiamo visto nulla 😕. Peccato, comunque nessun problema! La strada ci ha regalato lo stesso scorci indimenticabili e panorami da preistoria. Qui è rimasta del tutto intatta la natura in alcuni luoghi. Fa un certo effetto passare attraverso la nebbia del mare e vederlo a malapena avvolto dalla bruma. C’erano altre persone che si fermavano lungo la strada in quel punto. Franz Joseph Glacier e Fox Glacier non li abbiamo visti, siamo passati nelle cittadine, i cui prezzi erano spaventosi!

Ora ci troviamo a Haast, non è famosa se non per un fiume caratteristico, ma dovevamo fare una sosta per la notte e dopo più di 200 kilometri in totale. Abbiamo trovato il camping Haast River Top 10 Holiday Park sulla mappa online e ci siamo fermati qui. 40$ per entrambi. Leggermente più caro ma più fornito. Ci sono una sala giochi, una sala relax, una sala bar e una sala TV. E poi è ben riscaldato ed è un piacere starci. Appena arrivati abbiamo subito fatto dei giochi di società nella sala relax e ci siamo scrollati lo stress del viaggio. Inoltre è attrezzato con una grande cucina e ovviamente bagni e docce, più belli dei precedenti camping. Internet gratis e meno male dato che ne faremo largo uso 😆.

Mi capita di pensare che vorrei andare altrove, magari un posto più rilassato, senza fare sempre tanti kilometri per raggiungere una meta e magari più caldo, ci si stanca subito del continuo brutto tempo. Ne sapete qualcosa voi in Italia 😊. Nella zona in cui siamo, abbiamo già superato la metà dell’Isola del Sud e non ci resta che visitare un po questi dintorni e poi risalire verso la costa orientale per concludere il viaggio.

Per ora godiamoci ciò che ci resta da vedere e poi la NZ farà parte dei nostri ricordi per sempre. ❤

Per strada si vedono molti giovani fare gli autostop. Vi avviso: rimarrete delusi! Si legge spesso che qui è abitudine farlo e la gente ti offre volentieri passaggi. La verità è che ci sono persone che, sotto la pioggia, attendono per ore qualcuno che li carichi in macchina. Magari non hanno un posto dove andare, stanno in tenda e hanno zaini molto pesanti che si portano appresso finché arrivano nel luogo desiderato. Sempre camminando se non trovano nessuno che li porta in auto. Vi piacerebbe? È un continuo trovarsi in balìa degli altri e della loro generosità o menefreghismo. Personalmente lo trovo anche rischioso. Pensateci bene prima di prendere una decisione simile.

Ora la stanchezza si fa sentire, la doccia ci aspetta e pure l’auto col sacco a pelo (mannaggia agli alberghi, se solo costassero meno! 😬).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...