Nuova Zelanda

Picton

Eccoci a Nelson da dove vi scrivo 😉. Ma partiamo dalla mattina.

Abbiamo riposato benissimo nel motel, ci voleva un po di ristoro dopo una traversata marittima di quel calibro 😩. Siamo partiti alla volta di Picton e dei suoi splendidi vigneti che ci hanno tanto entusiasmato. Abbiamo visitato quelli in cui viene prodotto il vino Brancott di cui ci ha regalato la bottiglia Phil. Vigneti attorniati da roseti e lavanda a profusione, con il panorama delle montagne subito dietro. Unico! 👍 Si prosegue per Picton city ed è molto caratteristico. Trionfano però negozi e ristoranti come in tutte le cittadine turistiche sul mare. Ci è piaciuta soprattutto la zona portuale con le famiglie che facevano picnic sull’erba e il mare calmo e azzurro intenso.

Decidiamo di andare a mangiare qualcosa e entriamo in un supermercato, perché i bar e ristoranti hanno prezzi indicibili e così acquistiamo una focacciona al formaggio e aglio e un succo di frutta fresco. Pranziamo ancora nel porto e poi andiamo verso Pelorus Bridge, un posto immerso nella natura con sentieri in cui camminare e un fiume smeraldo trasparente in cui le persone fanno il bagno. L’acqua era fredda ma sicuramente pulita perché una persona ha bevuto 😆. Un fiume incastonato tra le rocce. Durante la strada si vedono dei fiordi davvero suggestivi chiamati Marlborough Sounds in cui tantissime persone si fermano per fare foto. Il mare all’interno è di un bel blu scuro e l’acqua è calma senza onde. La giornata poi è splendida con un sole molto caldo.

Giungiamo finalmente a Nelson…siamo arrivati da poco in verità 😄. Abbiamo sostato un po in città per riposarci e poi siamo arrivati qui dalla signora Claire che ci ospita tramite Airbnb che per fortuna abbiamo contattato e ci ha detto sì. Pensate che stamattina anche un’altro alloggio ci ha riposto di no…questa signora invece,  essendo nuova sul sito, ha iniziato con noi come primi clienti. Ci costa 65$ e restiamo solo stanotte. Era il meno caro in assoluto. È una signora riservata e ha due figli. Comune denominatore di ogni casa vista finora in Nuova Zelanda: perenne disordine ovunque. Le case all’interno sono tenute poco meglio delle baracche. Credetemi. Quando vedi che tutti hanno questa abitudine, capisci che è normale qui. Comunque la nostra stanza è bella, il bagno pure e per una notte va benissimo.

Si nota come cambia il paesaggio qui al Sud e come ci hanno detto cambierà ancora spostandoci, anche i nomi delle città o dei parchi sono meno Maori e più inglesi, tracce Maori infatti poche e niente. È diverso rispetto al Nord sotto tanti punti di vista insomma. Domani visiteremo un po la cittadina, abbiamo già adocchiato vari parchi interessanti e poi andremo a Mapua, ovvero dove faremo woofing ☺. Devo imparare il nome della signora che ci ospita perché è difficile: Elspeth. Loro hanno anche dei cottage che affittano ai turisti e vivono di quello. È un posto elegante:

https://www.matahuacottages.co.nz

Ma noi non faremo i turisti, anche perché sarebbe un costo esagerato, noi ci lavoreremo. Vedremo quanto tempo.

Mentre il motel in cui abbiamo alloggiato ieri notte è:

http://www.193aorangimanor.co.nz

Ora è tempo di una doccia, ne abbiamo proprio bisogno 😁.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...