Nuova Zelanda

Vigilia

Condivido subito un pensiero natalizio con voi tutti, lo scrissi qualche giorno fa in riferimento all’esperienza di volontariato in India di due anni fa:

2 anni fa era ancora Natale…in un altro luogo…fuori dal tempo…in un villaggio musulmano sperduto da qualunque contatto, da qualunque mappa…tanto da non ricordarmi neppure il nome…ma ricordo cosa ho provato. Eravamo in una missione di suore in cui vengono accolti ex lebbrosi. Ricordo la sera di Natale ad abbracciarsi fuori dalla chiesa, finita la messa, ricordo il succo d’uva, perché non avevano il vino per brindare, ricordo la fetta di torta al cioccolato un po calda, perché il Natale nella giungla non ha neve…

Ricordo Sushila che dopo pochi giorni avrei salutato per ripartire…che mi ha detto che il suo sogno sarebbe vivere in un paese come l’italia, almeno potrebbe essere curato meglio cio che le rimane addosso della lebbra…parti del corpo completamente mangiate. Come lei tantissime e tantissimi…a volte non resisti psicologicamente a vedere tutto quel dolore…a volte ti sale la nausea perché ti senti impotente, qualcuno parla altri hanno lo sguardo perso…pieno di domande…

Ricordo Pia che disse un rosario in nostro onore nel dialetto del luogo…il konkani. Ricordo gli abbracci con loro…

Ricordo Cinthia che ci è corsa incontro all’alba pur di salutarci e asciugarsi lacrime vedendoci partire. Ricordo le loro speranze di rivederci…il loro non avere niente ma donarti tutto…privarsi di un’arancia pur di darla a te.

Ricordo i dolcetti natalizi preparati insieme attorno a un tavolo…ricordo il calore…quello vero…di amarsi e non chiedere nulla in cambio.

Sapete che c’è? Che in India non morirai mai di fame…si preoccupano per te. In India vivono tanti stereotipi nella mente delle persone…tanti pensieri negativi…nemmeno uno posso confermarvi dopo 4 mesi trascorsi là. Ovviamente non nego che i problemi esistano…tanti…irrimediabili, gravissimi…

Eppure io sotto quel cielo mi sentivo protetta…

Ricordo quel Natale con una nostalgia feroce…tanto da sentirne dolore…perché ho lasciato molto in India, molti Arrivederci e molti sorrisi che devo tornare a farli specchiare nuovamente nel mio…

Amo l’India di un amore sovrumano…non posso farci nulla…esiste il mal d’India ve lo assicuro.

Quando vedo in occidente la gente che si lamenta perché non ha TUTTO, ripenso a quel villaggio e mi torna la calma…penso che loro abbiano molto da insegnarci se solo noi fossimo interessati a ascoltare. Rendendoci conto di quanta fortuna abbiamo…nonostante tutto…

Oggi è la Vigilia, molti di voi staranno facendo gli ultimi preparativi per i pranzi e le cene, i vari inviti, le telefonate per fare gli auguri. Sono momenti belli davvero. Io ho l’abitudine di scrivere biglietti. Mi piace scegliere e decorare bei biglietti natalizi, magari accompagnati da un piccolo regalo. Presepio e alberello immancabili poi. Noi abbiamo un abete di famiglia, finto ma decoratissimo, a cui sono proprio affezionata che ogni Natale faccia la sua figura all’ingresso di casa. Il Presepio ammetto di non averlo più fatto, ho un piccolo Presepio peruviano che tengo sempre su un mobile e mi piace molto. Ma ammiro tanto chi si dedica alla preparazione certosina del Presepio, mettendo tanto impegno. Ogni anno infatti andiamo a visitare coloro che lo allestiscono in casa o quelli delle piazze. È un rito a cui teniamo particolarmente.

Comunque stamattina ci siamo coccolati con i croissant che ci siamo presi al negozio, riempiti di marmellata o cioccolata. In assenza di pandori o panettoni (invidio a voi il privilegio di averli 😆) vanno bene anche altri dolci. Stamattina ho portato i cani al parco, c’era parecchio vento ma ho sudato lo stesso 😅. Nel pomeriggio invece abbiamo fatto un giro al percorso naturale che c’è poco distante, quello con giardino botanico all’interno e abbiamo scelto un percorso un po impervio ma di grande soddisfazione. Avevamo voglia di fare movimento. Qui senza monte e senza spiaggia kilometrica bisogna cercare altre alternative.

Stasera parteciperemo alla Messa di mezzanotte che qui comincia alle 23.30 con il coro natalizio, penso sarà molto bello, nella chiesetta di cui vi ho parlato. Quindi…senza dilungarmi oltre, vi lascio questo canto un po moderno ma di grande positività  (anche se non capite lo spagnolo) e mi raccomando…volume e danzate! 😁

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...