Nuova Zelanda

Exploring Wellington

Ci siamo svegliati tardi. Eravamo parecchio stanchi dopo il lungo viaggio, ma ci ha accolti uno splendido sole fuori dalle finestre e un clima piacevole ☺. Dopo colazione abbiamo portato i cani al parco, armeggiando un po con il collare di un cane, il quale spazientito si è nascosto sotto una sedia. Finalmente siamo riusciti a infilarglielo correttamente e siamo usciti di casa.

Il parco dista pochi passi ed è molto grande e non frequentato, così i cani hanno potuto godersi l’erba fresca su cui riposare e poi abbiamo corso un po con loro. Il carlino si chiama Ted e il bulldog francese Rio. Adorabili 💗. Sono molto tranquilli e non abbaiano mai, l’unico momento di agitazione è stato quando hanno visto un altro cane in lontananza e Rio si è lanciato verso di lui, attraversando la strada che per fortuna è piccola e non passano macchine se non di chi abita in quella via. I padroni dei cani ci hanno avvisato che spesso ci sono persone che puntano di rubare i cani di razza perché gli fruttano parecchi soldi e quindi ci hanno raccomandato di non lasciarli mai soli quando usciamo e se restano soli in casa,  di chiudere ogni porta e finestra. Dobbiamo dargli da mangiare solo una volta al giorno, la sera alle 17 e portarli fuori una o due volte al giorno, a seconda di come preferiamo e del clima. Per oggi li abbiamo portati fuori di mattina,  poi se fa troppo caldo o freddo, specialmente Ted, soffre.

Così abbiamo pensato di andare a Wellington in treno, con una sola fermata sei in centro, perché qui siamo nella zona country chiamata Crofton Down. Il treno: quattro biglietti a/r costa un po: 16$…insomma. La prossima volta vediamo di andare in auto magari parcheggiando esterni alla città o in un parco, così da non pagare nemmeno il parcheggio, ma comunque basta treno. Sarà pur comodo ma costa.

Com’è la città: incasinata, lussuosa e di cattivo gusto. Non è certo paragonabile alle città bellissime italiane o europee! Non vanta quartieri particolarmente belli, piuttosto ha i pub che si riempiono a una certa ora con musica chiassosa e gente che sbevazza. Abbiamo trovato un bel ristorante indiano Great India in cui pranzare con soli 12$ pranzo completo in cui danno pure una salvietta calda, umida e profumata alla fine del pasto per potersi pulire le mani. Posto bello e frequentato. Più tardi faremo la recensione su TripAdvisor. Dopodiché siamo andati al museo più famoso della città chiamato Te Papa  messo in un edificio alquanto insolito e strano. Il museo merita ed è pure gratis. Espone antichi reperti Maori tra cui le case che costruivano, le barche e i suppellettili, c’è una sala dedicata alla Battaglia di Gallipoli, molto commovente che ritrae i soldati in statue molto grandi con tanto di sudore sulla fronte, ferite e espressioni del viso mortificate. Ogni foto è su Fb come sempre 👍. È stato terribile pensare a quanta gente ha perso la Vita in guerre inutili e chi era il mandante di queste guerre non si sporcava minimamente le mani. Un’altra sala invece riproduce immagini e video di terremoti passati, tra cui anche una tipica casa neozelandese in cui rivivere un terremoto intenso avvenuto qualche tempo fa. Qualche reperto riguardo ai vulcani, con possibilità di toccare pietre laviche di vario genere e provenienza. Molto interessante l’ala dedicata alla fauna e flora scomparse dopo l’arrivo dei coloni e in sottofondo dei canti Maori molto tristi ma belli. Quando sono arrivati gli inglesi hanno distrutto pure l’ambiente, incredibile vedere come erano le foreste prima e adesso. Purtroppo possiamo confermare vi sia parecchia deforestazione in quanto per strada è possibile vedere ruspe all’opera e tratti di foresta ormai morta. Che scempio! 😦 Ci ha fatto molto riflettere la sala in cui vi sono dei video di immigrati dalle altre isole del Pacifico che raccontano come si sono integrati qui e le eventuali difficoltà, ad esempio alcune persone piangevano quando si trovavano a dover mangiare salamine e pane mentre nelle loro isole c’erano tutti i tipi di frutti. Altri hanno subito il razzismo, altri ancora si sono visti spossessare della loro cultura d’origine. Fa rabbrividire quando poi leggi che i Maori erano leali alla corona inglese…non è mai stato così. Triste vedere che non si menzionano i Maori che hanno lottato oppure persone tra loro importanti che si sono messe contro i coloni. Vengono citati sempre nomi inglesi e il nome della regina definita come madre di queste terre…a voi i commenti. Comunque davvero utile visitare questi posti, peccato che ai reperti Maori non fosse consentito fare foto, ma sapete che a noi le regole stanno strette e di nascosto e senza flash abbiamo rubato degli scatti che vedrete in Fb. Non tutto ciò che volevamo fotografare però, non c’era sempre campo libero da gente. 😅 Pensiamo sia stupido non poter mostrare foto di reperti Maori quando già come cultura è poco conosciuta. Si parla sempre dei conquistatori e li si fa passare per eroi, per gente che ha portato la civiltà. Non è vero! Dopo il loro arrivo, la società Maori è crollata nel degrado. Non c’è nemmeno un Maori benestante e quasi nessuno in posti di lavoro pubblici. Pensate che gli inglesi dell’epoca erano incitati a occupare queste terre perché gli veniva garantito il viaggio gratis. Un’invasione insomma, in piena regola. Mi sta a cuore parlare di culture oppresse, starò sempre dalla parte dei più deboli, non mi interessa la storia raccontata dai potenti….perché è una bestemmia di falsità.

Sono molto diretta lo sapete, ecco perché nessuno mi caga a dirla sincera!😂 Ma scelgo io di essere impopolare, preferisco parlare che adeguarmi. Sono stronzetta di secondo nome…😋

Ora andiamo a nanna, i padroni di casa domani partono alla sera per l’Asia e noi organizzeremo l’uscita coi cani al mattino e poi faremo qualcosa per conto nostro. Vi saluto 😇.

P.s. Nella foto la vista dal balcone di casa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...