Nuova Zelanda

Caffè e pensieri

Mi sono appena fatta la doccia e ho provato a lavare i capelli col caffè ☕ lasciandolo in posa per 10 minuti. Che dire…il caffè era in granuli e non solubile, quindi con l’aiuto della spazzola ho tolto i granuli (faticaccia) e di bello c’è che lascia un delizioso aroma sulla testa e nella stanza. Per vedere i risultati di colorazione scura bisogna farlo spesso. Mi pare che aiuta anche a chiudere le punte aperte del capello. Era una curiosità che ho soddisfatto 😆.

Oggi dopo il lavoro siamo venuti a casa a pranzo e abbiamo detto a Cam che la micia ha troppe pulci. Lui si era completamente scordato di comprare l’antipulci e così è corso subito a comprarlo, insieme a tre bombolette per l’ambiente che eliminano acari e pulci appunto. Avendo la moquette le pulci fanno festa e vi depositano le uova 😑. Così ha aperto le bombolette tipo bomba, quelle che partono e smettono quando il liquido è finito. Il prodotto non ha nemmeno scritti gli ingredienti anche se afferma di essere naturale. Ho i miei dubbi, così siamo usciti tutti di casa per qualche ora, la bimba a una festa di compleanno, Cam anche lui al monte che l’abbiamo incontrato. Abbiamo fatto doppio giro al monte, proprio perché era meglio stare fuori di casa almeno 2 ore dopo aver spruzzato quella roba. Speriamo ora si ricordi di mettere l’antipulci al gatto, sennò siamo punto e a capo. 🐈

Hanno riaperto un locale estivo qui in città,  peccato non sia nulla di educativo. Servono da bere di ogni, sempre pieno di gente un po vecchiotta e agli schermi tv trasmettono le corse dei cavalli: insomma un locale di scommesse.  Che tristezza vedere degli infelici puntare i soldi sulle corse di poveri cavalli sfruttati fino alla morte. Sono molto amareggiata. E per favore non chiamatelo sport. Mi chiedo a volte che tipo di persone siano fondamentalmente i neozelandesi. Un po ho capito, però ad esempio i nostri vicini di casa tutti con le finestre nere e non vedi mai in casa e perennemente luci spente pure di sera o abbassano le tapparelle. A volte però sono proprio spente. Sapete che le case di due vicini sono completamente nere? È usanza qui avere la casa nera, tetto, muri e imposte…che gusti! 😬  Nessuno che si rivolge la parola nonostante siano vicini, nessuno che faccia un sorriso. Mi sembra tutto così vuoto e artefatto, ne stavamo parlando oggi io e Mattia osservando appunto come sono le case qui. Non esiste assolutamente un rapporto di vicinato. Se ti salutano lo fanno freddamente e non sempre.

Ieri poi è venuto un giardiniere che ha insozzato di diserbante tutto il giardino facendo ingiallire l’erba. Da quanto ho capito lo spruzzano per evitare che cresca e così non devono pagare il giardiniere d’estate. Altri posti ho notato che avevano l’erba gialla quando prima era rigogliosa. Pensate che pure nei prati antistanti la spiaggia avevamo messo dei cartelli rossi con scritto che avevano sparso il diserbante. Credete ancora che qui il rispetto della Natura prevalga?😤 Ma per forza poi c’è il buco dell’ozono proprio sulle nostre teste, non ho mai visto da nessuna parte usare così tanti spray chimici. A volte mi chiedo fino a che punto abbiano coscienza di ciò che fanno. Come quel gruppo di gente in canoa che faceva le gare nell’oceano tempestoso che c’era oggi. Non provo più a capirli perché mi è stato detto da gente straniera che vive qui da molti anni che ancora fatica a comprenderli. Mi rende felice che qui non ci devo vivere per sempre, davvero gente, sarebbe insopportabile. Ok uscite di casa e vi sentite sicuri, lo Stato pensa a voi,  gli stipendi sono settimanali, il lavoro c’è, ma la qualità della Vita è forse più stressata che in Italia.

Vi riporto un articolo recente letto or ora:

http://www.corriere.it/esteri/16_settembre_20/nessuno-si-ferma-autostoppista-da-escandescenze-nuova-zelanda-arrestato-84c91648-7f14-11e6-882b-8c36c80b948f.shtml

Ve lo dicevo riguardo all’autostop! Lasciamo perdere che questo era un piccolo paesino, ma l’istinto neozelandese è altamente individualista in generale. Se avete fame è più facile vi ospitino in una capanna indiana nel bel mezzo della giungla (a noi è successo) piuttosto che in un posto come questo. Potete giurarci!

http://www.italiansinfuga.com/2012/02/27/in-nuova-zelanda-non-ci-tornerei-a-vivere-neanche-morta/#

Vi lascio anche questo articolo, mi trovo completamente d’accordo con la ragazza. Da parte nostra possiamo dire che tanto l’India ci aveva subito fatti innamorare come terra, mentre qui non senti un briciolo di emozione, se non quando vedi la Natura. Ma ovviamente non vivi solo di quella. Sono sincera: se pensate di venirci…due settimane massimo un mese…se volete fare la nostra stessa esperienza va pure bene, ma sappiate che la vostra resistenza verrà messa a dura prova. Cancellate tutto il calore, la qualità e il bel clima che abbiamo nel Mediterraneo…qui è freddo tutto…(soprattutto umanamente) e credetemi, è la nota più dolente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...