Nuova Zelanda

Spunti di riflessione

C’è tanto lavoro gente! Oggi Athol ci ha avvisato che Rose potrà venire a lavorare solo per 6 ore a settimana e Debby non può quasi mai (qui che hanno il lavoro…non lo vogliono 😅) così spetterà a noi lavorare di più e Athol ci ha chiesto una garanzia almeno di rimanere fino a fine ottobre ma noi pensiamo vivamente di restate fino a fine dicembre. Anche perché visitare il resto della NZ finché non si stabilisce il bel tempo, non vale la pena oltre che può essere rischioso. Così abbiamo un lavoro stabile, che differenza eh? Cara Italia quanto NON mi manchi! 😆 Vabe adesso esagero, però credo che sarebbe bello che anche da noi ci fossero opportunità lavorative maggiori e che magari regalino qualche soddisfazione, soprattutto a noi giovani.

Nel pomeriggio siamo andati a pranzo dall’indiano e Sonia, la cameriera, ci ha detto che verrà in Italia per una vacanza di un mese. Ci ha chiesto quali posti potrebbe visitare tra quelli che meritano di più.  Compito difficile. C’è tanto di bello. Noi per ora le abbiamo detto: Venezia, Firenze, Roma, Napoli e poi una visita accurata della Sicilia che probabilmente è la regione più bella. Possiamo dire poco però, perché noi conosciamo meglio l’estero dell’Italia 😄. Comunque le ho dato un mio contatto così da poterci scrivere nel caso abbia qualche domanda da fare e qualche parola di italiano da imparare 😊.

Oggi non siamo usciti perché il tempo era molto variabile e così io ho ascoltato musica e Mattia è stato sul pc a controllare vari lavori a cui proporsi. Sono lavori che possiamo fare insieme, in quanto necessitano di scrivere articoli. Speriamo bene! 👍

Ora, vi invito a leggere questo articolo:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/11/sardegna-lordinanza-del-sindaco-no-ai-compiti-delle-vacanze-ma-leggete-ballate-e-fate-sport/2817907/

Ce ne sono parecchi in internet, molte volte le persone commentano e non sempre in modo gentile e in un articolo in particolare, dove un padre ha scritto una lettera alla scuola di suo figlio in cui esponeva il suo dissenso verso i compiti delle vacanze, ho trovato commenti degni dell’epoca fascista. Gente di tutti i sessi e tutte le età che difendeva a spada tratta l’istituzione scolastica, le regole e l’autorità. Nemmeno provando a prendere in considerazione la libertà del singolo, di un ragazzo e di suo padre (qualcuno permettendosi di chiamarlo pallone gonfiato) e additandolo di crescere un anarchico che non saprà conformarsi alla società. Scusate…conformarsi a cosa? A essere un suddito come tanti, senza idee e pensando con opinioni imposte da altri, credendo a ogni parola detta da qualcuno ” in alto” che pretende di esercitare autorità, che altro non è che dittatura! Dissento pienamente da ciò che ho letto, dalle offese e dal modo di gettare fango sulla Libertà perché è ciò che di più prezioso abbiamo. Il tempo libero è importante, uno studente ha tempo di fare i compiti durante il periodo scolastico, ma le vacanze chiamate appunto vacanze perché l’alunno non si senta ancora alunno ma persona, con una personalità da nutrire di passioni che durante la scuola non può assecondare a causa del poco tempo. Impara di più a leggere un libro scelto in biblioteca, piuttosto di un libro scolastico. Mi ha fatto ridere una maestra che si lamentava che gli alunni se non fanno i compiti delle vacanze, tornano a scuola a settembre avendo dimenticato tutto. Be ho voluto commentare dicendo che se dimenticano tutto…evidentemente non erano cose importanti! Ne tanto meno interessanti. Ho la mia opinione personale sulla scuola e quasi tutta in negativo, ho le mie buone ragioni per essere così contro a questo tipo di sistema. Penso che abbiamo smarrito i valori importanti, che non sono scritti né in pagella né sulle verifiche. Un insegnate deve far amare la sua materia coinvolgendo gli alunni con giochi logici se necessario, disegni, soluzioni da trovare insieme e soprattutto…ragionamenti. Se io imparo tutto a memoria per paura del brutto voto, finita l’interrogazione mi sarò dimenticata tutto. E magari toglierei qualche materia scientifica di dubbia utilità, prediligendo le lingue straniere, cucina, danza, canto. Insomma, una scuola che prevede più arte che tecnica. Non siamo robot giusto?

Ho detto tutto, siete liberi di esprimere il vostro parere. A presto 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...