Nuova Zelanda

Nessuna vergogna

Inizio subito col suggerirvi una bella commedia guardata l’altra sera:

a noi piacciono moltissimo le barzellette di Ucciso De Santis che si trovano in YouTube e ora c’è pure il film.☺

Ieri avevamo il giorno libero e siamo andati a fare colazione alla panetteria e poi, vedendo il sole riflettersi meravigliosamente sul mare, ho deciso di andare in spiaggia. Bellissima anche la formazione di piccole dune con cui farsi il massaggio ai piedi camminandoci sopra😃. Il mare al mattino dà il meglio di sé! Fortuna che ho scelto di uscire la mattina perché dopo poco si è rannuvolato e ha cominciato a far freddo. Mattia doveva andare a fare il WOF all’auto, ovvero la revisione per far sì che l’auto sia vendibile quando ce ne andremo. Il meccanico ha trovato vari pezzi da cambiare e ci ha piazzato 400$ di tutto. Io ho detto subito a Mattia che forse era meglio consultare un altro meccanico, potrebbe essere che i meccanici inventino qualche problema all’auto, dato che sanno che hai bisogno della revisione per poterla vendere…o no? Insomma, per il controllo erano 40$ e ora dovremmo spenderne 400 per le varie sostituzioni. Sento puzza di bruciato e probabilmente ne approfittano questi meccanici. Comunque non c’è scelta, è un controllo obbligatorio. Non nego che questi soldi scoccia spenderli, specialmente perché ciò che costa più di tutto è come sempre…l’auto. E faccio bene a non andarci d’accordo coi motori😛.

Oggi siamo andati a fissare l’appuntamento per la suddetta revisione. Speriamo di guadagnarci nella vendita che faremo. Di sicuro terremo un prezzo alto. Finito l’anno di permanenza qui, la porteremo al mercato delle auto (dove l’avevamo comprata) e la rivenderemo. Il vantaggio è che la venderemo nel periodo estivo e quindi c’è possibilità di guadagnare di più.

Stamattina siamo andati a lavorare e abbiamo fatto 5 ore. Athol si ostina a volerci al lavoro per 8.30-9, ma a quell’ora il traffico è impazzito ed è impossibile arrivare in orario. 🚦 Durante la pausa, Loreen ci ha preparato un toast con burro e avocado e una spruzzata di sale e pepe: una delizia mai provata. Ci sono molti avocado qui. Nel pomeriggio abbiamo pranzato con delle prelibatezze della forneria, andiamo li perché costa poco e mangi parecchio e per concludere passeggiata al monte. Adesso, fatta la doccia, sono sotto le coperte a scrivere e pensare…

Pensavo che è iniziata la scuola per gli studenti, è sempre un momento di agitazione ed emozione. Si rivedono i compagni classe, gli insegnanti, i compiti da fare a casa…e i libri di testo che cambiamo inesorabilmente ogni anno per la “gioia” del portafoglio. Ricordo ancora che ai miei tempi, ci facevano comprare libri che non usavamo MAI, solo perché era previsto dal programma scolastico. Col senno di poi penso sia una grossa fregatura. E un’altra cosa penso: che piuttosto che seguire il programma, gli insegnanti dovrebbero seguire gli alunni, capirne i problemi e aiutare chi è in difficoltà, non prediligere sempre i più bravi. Credo che buona parte dei problemi comportamentali e di autostima sia la scuola a crearceli e invece di essere un sistema snello, crea sempre nuovi ostacoli. Ci vorrebbe una bella riforma (o rivoluzione) scolastica. L’alunno non è visto come una persona col proprio carattere, ma come un “prodotto” da preparare per il mercato del lavoro: un mero consumatore. Non si impara a pensare con la propria testa, ma a omologarsi, perché chi fa domande interessanti, spesso viene deriso. Mi spiace, ma io per gli studenti provo tristezza, la stessa che ho provato sulla mia pelle nell’età scolastica.

Già che siamo in meditazione vi voglio dire un’altra cosa rivolta a chi cerca un lavoro: NON ABBIATE MAI VERGOGNA! Se vedete che il vostro curriculum non ha ricevuto risposta, nel migliore dei casi non è arrivato, nel peggiore…l’anno cestinato! Sempre di persona dovete andare a presentarvi, spesso succede che ridano di voi, perché chiedere un lavoro è quasi fare l’elemosina al giorno d’oggi, ma voi perseverate e se non trovate nulla…inventatevi un lavoro, fate un corso che magari vi hanno sempre detto che era inutile, mettetevi in gioco, perché la partita dovete giocarla voi e nessuno vince o perde al posto vostro. Lo dico soprattutto ai giovani, a me per prima che ho avuto sempre poca fiducia in me ma ora ho imparato. Buona fortuna e BUONA VITA! 🍀

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...