Nuova Zelanda

Conoscenze

Piedi sempre freddi e mani quesi sempre. Si vede che non sopporto il freddo! Al mattino prima di fare qualunque cosa, devo ricordarmi di accendere il calorifero qui in camera perche’ durante la notte si trasforma in una ghiacciaia e non riesci a restare fuori dallle coperte. Inizia l’inverno e direi che si annuncia bel freddo! Nel pomeriggio quando il sole e’ alto scalda parecchio, pero’ ancora non riesco a capire la gente che esce in canottiera e infradito…

Comunque siamo andati a lavorare alle 11 e mezza, con mezz’ora di ritardo causa traffico, oggi e’ sabato e la gente si ricorda di vivere e quindi esce in auto ingorgando gli incroci che per giunta hanno semafori eterni, giusto il tempo di un caffe’ con brioche! 🙂

Quando siamo arrivati ci hanno fatto firmare il foglio delle presenze come sempre, ma la supervisor si e’ inventata una tattica…ci ha chiesto di lasciare uno spazio tra i nostri nomi e quelli degli altri lavoratori, con la scusa che doveva arrivare un ragazzo nuovo a lavorare. Raccontala a zio Arnaldo! In realta’ voleva essere ben sicura che si ricordasse del nostro ritardo onde evitare di pagarci la mezz’oretta di assenza. Peccato non e’ cosi brava a raccontar balle. Noi invece l’abbiamo raccontata: ovvero che siamo dovuti andare dal meccanico causa batteria, se dicevamo che era colpa del traffico magari non eravamo credibili.Questo per dire quanto sono taccagni. Gia’ fai fatica e non guadagni molto e loro guardano pure il pelo nell’uovo…o forse sono tonta io che pensavo di essere venuta in un luogo piu’ “evoluto lavorativamente”…

C’erano i colombiani che ci hanno accolto con il loro bel sorriso e stessa cosa i francesi che tra l’altro ci hanno piacevolmente stupito…dopo vi dico perche’. 🙂 Abbiamo parlato molto (a bassa voce) durante il lavoro io e la ragazza colombiana di nome Alejandra e mi raccontava che ha alloggiato all’ostello con i ragazzi delle Isole Vanuatu e si sono divertiti parecchio, tanto che sono andati a dormire tardi, tra chiacchiere, risate e musica, con quel tipo di compagnia non ti annoi di certo! 😉 Mi diceva che questi ragazzi tendono a starsene tra loro perche’ vedono che non sono minimamente presi in considerazione dai bianchi, specialmente anglosassoni, perche’ e’ vecchia come il mondo la reputazione di razzisti che questi ultimi hanno marchiata addosso e non si smentiscono mai, posso garantirlo. Peccato pero’, perche i ragazzi di Vanuatu sono persone splendide ed e’ grazie a loro se il lavoro prosegue speditamente, altrimenti noi ragazzi europei e americani saremmo la’ ancora adesso a finire! Questi ragazzi vengono dalle Vanuatu qui per 6 mesi, cercando di guadagnare qualche soldo, ma pare che le meravigliose isole in cui abitano, essendo colonia francese, non diano vita facile agli abitanti in quanto a costi.

Inoltre Alejandra mi ha detto che, essendo psicologa, si e’ informata riguardo la societa’ neozelandese e ne ha scoperte delle…brutte: ad esempio l’alto tasso di depressione, suicidi, discriminazione, educazione carente verso i bambini, che crescono male, mancanza di valori e assoluto attaccamento ai soldi. Insomma noi in Europa siamo messi ancora bene! Per non parlare dei Maori, che come gia’ vi dissi sono piu’ che discriminati…disadattati completamente, tanto da finire in carcere per la loro indole ribelle che non si piega all’uomo bianco e alle sue insulse leggi…perche’ diciamolo: qualunque popolo sia stato invaso/colonizzato, ha riportato solo danni alla propria cultura e ingenti guadagni per gli invasori, non devo certo mettermi a fare una lezione di storia no? Solo che dispiace, perche’ ovunque arrivi il famoso “progresso” fa regredire una societa’ che invece possedeva gia’ tutto il necessario per essere felice e vivere decorosamente. Siamo noi occidentali, che proprio perche’ ci manca il vero benessere (non mi riferisco ai soldoni), andiamo a portare scompiglio agli altri popoli pensando di “salvarli/ civilizzarli/ convertirli” ma loro in realta’ hanno gia’ tutto, magari avessimo l’umilta’ di imparare da loro…smettere di giudicare!

I Maori, non lo sapevamo, ricevono un sussidio statale mensile di 1500$ che pero’ spendono in vizi purtroppo e cosi non cercano piu’ nemmeno lavoro. Forse qualcuno storcera’ il naso leggendo questa notizia, pero’ io sinceramente capisco il loro malessere. Li vediamo e non sono certo persone felici!

E’ stato davvero interessante questo discorso con la colombiana, perche’ non trovi sempre persone interessate ai problemi sociali che se la sentono anche di discuterli. Lei ha perso i genitori da piccola e ora vorrebbe lavorare per guadagnare abbastanza da consentire alla sorella di 15 anni in Colombia di frequentare buone scuole. Un atto di assoluto Amore verso la propria sorella! Ecco perche’ si trova qui, per imparare inglese cosi che le possa aprire strade lavorative magari qui in Nuova Zelanda. Le auguro tanto di realizzare il suo meraviglioso e altruista progetto.

Per pranzo ci siamo seduti sull’erba con i colombiani e ci siamo goduti il sole, oltre ai miei cioccolatini, che ho distributo anche ai ragazzi di Vanuatu, come gesto d’amicizia, per non farli sentire isolati…perche’ in queste terre, e’ proprio l’uomo bianco l’ospite e non certo il padrone!!! Un gesto di umilta’ e gentilezza per far comprendere che non c’e’ ostilita’ ma che anzi da parte nostra un sorriso e una buona parola la riceveranno sempre, soprattutto adesso che Alejandra ci ha raccontato questi fatti cosi tristi a danno di popoli che sono stati sempre vittime!

Alla fine delle 5 ore e mezza di lavoro la ragazza francese, Marine, e’ corsa da noi per invitarci a fare un barbecue lunedi’, dato che qui e’ giorno di festa. E come non gradire? Certo che accettiamo, anzi, non ci aspettavamo un tale gesto di gentilezza, perche’ spesso la gente se ha un giorno libero preferisce non condividerlo ma goderselo per se’, invece i ragazzi francesi hanno voluto invitarci a condividerlo insieme in un parco con le cascate che avevamo gia’ visitato: McLaren Falls.

Credo che quando delle persone desiderano passare il loro tempo libero con te…sia questa l’amicizia, anche se ci si conosce da due settimane, anche se si parla un italiano misto francese, misto inglese, proprio perche’ siamo in tanti che lavorano e potevano chiedere a chiunque…invece hanno chiesto solo a noi! Ecco perche’ la chiamo piacevole sorpresa, perche’ sono gesti da non dare MAI per scontato, specialmente se si pensa che ci sono persone al proprio paese che consideri amici e magari fanno fatica a mandarti un semplice messaggio per uscire a prendere un caffe’!

Evviva il viaggio e i rapporti che nascono da esso…duraturi o meno che siano, faranno sempre parte del proprio bagaglio vissuto, come diceva Alejandra, che non dimentichera’ mai il tempo passato con i ragazzi di Vanuatu, che per pranzo oggi e’ stato immortalato da una foto fatta insieme, noi e loro, quando la felicita’ e’ semplicemente stare seduti sull’erba e sentire il sole sulla pelle.

P.s. Per chi volesse approfondire il discorso fatto oggi con Alejandra ecco i link:

http://www.italiansinfuga.com/2012/12/04/dopo-17-anni-sfato-alcune-leggende-metropolitane-sulla-nuova-zelanda/

http://www.huffingtonpost.it/2015/10/19/nuova-zelanda-suicidi-secondo–paese-al-mondo_n_8329512.html

Vi consiglio di prendervi un attimo di tempo da dedicare a queste interessanti letture, perche’ aiutano bene a cappire i disagi di questa nazione che da molti e’ vista come perfetta ma in realta’ non ha nulla da invidiare.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...