Nuova Zelanda

Natural immersion

Oggi abbiamo cambiato stanza, quella attigua, perché era giorno di check out. Avevamo molti vestiti da lavare, così abbiamo fatto la lavatrice e steso i panni al sole, dato che è stata un giornata molto calda.

Prima volta da quando siamo arrivati. Non sembrava autunno oggi. Essendo sabato, c’era moltissima gente in giro e noi abbiamo pensato di fare una bellissima gita al Katikati Bird Park poco lontano da qui, un parco pieno di uccelli liberi: dalle oche, anatre, pavoni, galline e galli, fino ai pappagalli, quelli purtroppo in gabbie, fortunatamente grandi ma comunque gabbie. Uno di questi bianco, grande e con un ciuffo giallo in testa. Quando ci siamo avvicinati alla sua gabbia si è mosso verso di noi, attaccandosi col becco alla gabbia e aiutandosi con le zampe, finché è arrivato alla nostra altezza. Ci credete se vi dico che piegava la testa per ricevere carezze? Faceva dei versetti e poi piegava la testolina. Ho provato a dargli il cibo che avevo comprato per gli uccelli venduto alla reception. A proposito: l’ingresso costa 9.50$ ma li sono valsi tutti. Gli animali sono favolosi e il posto è paragonabile a un giardino dell’Eden pieno di laghetti e zone estese di verde e piante d’ogni tipo. Sarei rimasta là per sempre. Abbiamo fatto amicizia anche con due caprette tenerissime. Indimenticabile veramente! Sulla strada del ritorno abbiamo notato un recinto con dei cavalli al pascolo davvero stupendi. Differenti dai nostri italiani piu alti e snelli, questi sono bassi e robusti.

Dato che la giornata si prestava a un’altra gita, ci siamo diretti alle Kaiate Falls, cascate selvagge con percorso a piedi, dove d’estate si può fare il bagno, visto che la cascata termina con una piscina naturale magnifica e blu. Quindi abbiamo visto un altro posto meritevole di visita. Il parco è libero e non si paga.

Veloce capatina al supermercato per qualche spesa e si torna all’ostello. A Mattia era venuta voglia di una padellata di verdure all’indiana ovvero con cumino e coriandolo, davvero squisita, cucinando insieme poi è sempre meglio. Abbiamo provato a comprare il burro d’arachidi che qui è un must e ci è proprio piaciuto, Mattia si è ingozzato tanto gli è piaciuto.🍴🙊

Tra poco andremo a letto perché domani c’è messa alle 10 e un mercato agricolo fino all’una. Vale la pena andare a vedere se magari possiamo trovare frutta e verdura a buon prezzo direttamente dal produttore. Pensate che un kilo di kiwi verdi costa 40cent. Comprando appunto direttamente dal produttore. Qui intorno trovi veramente di tutto: piantagioni di kiwi, mele, arance, mandarini, limoni, feijoa (un frutto dolce che cresce a queste latitudini), avocado, nocciole, uva e chissà quanto altro ancora. C’è possibilità in ogni stagione, infatti, di trovare lavoro in qualche piantagione, proprio per la varietà di frutta che cresce su questa Terra magnifica.

Vi auguriamo Buona giornata ricordandovi che le foto sono sulla nostra pagina Facebook.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...