Nuova Zelanda

Incontri

Appuntamento con Wilson, colui che ci darà lavoro alla piantagione di kiwi. Abita a Tauranga in un villino in mezzo al verde e a piante tropicali. Appena dentro c’era un ufficio e un cagnolino ci è venuto incontro. Abbiamo conosciuto la figlia di Wilson che sarà il nostro supervisore nei lavori. Ci sono sembrate persone disponibili e gentili, Wilson ci ha dato in mano i contratti da leggere e firmare e ovviamente prima di fare qualunque firma abbiamo voluto leggerli attentamente, stasera li compileremo e domani torniamo da lui con i contratti pronti. Decidiamo di lavorare con lui perché l’indiano non ci pare una persona molto puntuale dato che gli abbiamo mandato un messaggio stamane per chiedere se ci poteva dare anche lui il contratto da leggere prima di decidere e non ci ha mai risposto. Se penso che potrebbe avere la stessa precisione nei pagamenti, la cosa preoccupa.

Mattia ha aperto il suo conto, ogni volta che si fanno transazioni per ritirare soldi dal proprio bancomat italiano, ad esempio per ritirare 400$ c’è una commissione ladra di 14$ sul ritiro. Ditemi voi…poi siamo entrati in banca a depositarli e quantomeno qui sono i banchieri che ti ringraziano e non tu. In più l’impiegata si è un po informata su cosa facciamo, di dove siamo e ci ha suggerito una gita da fare. Gentilezza più unica che rara in banca.

Dopo pranzo siamo saliti su di un monte che sovrasta la città, ma abbiamo preferito non salire del tutto, in quanto l’avviso diceva a chiare lettere che cadono sassi…eppure un sacco di gente faceva attività fino alle cima. Noi abbiamo preferito scendere. Tanto il panorama lo abbiamo visto comunque. Tra l’altro proprio ai piedi di questo monte e poco distante dalla spiaggia, ci sono le piscine salate calde, dove propongono anche massaggi. Allora siamo entrati alla reception dove c’erano le informazioni scritte sui dépliant e ho scoperto che praticano anche io massaggio indiano, così ho parlato subito con la segretaria della reception che mi ha fissato un appuntamento domani per parlare con la manager. Non male, mi piace molto fare i massaggi, donare benessere è una cosa molto bella, avendo questa dote particolare mi piacerebbe poterla applicare. Dio me l’ha donata. Fare del bene è la cosa più bella, fossero solo dei semplici massaggi rilassanti.

A proposito di fare del bene, prima di arrivare all’auto per tornare in ostello, ci ha fermato per strada una signora con in mano una sportina piena di cibo, dicendo che solitamente i senzatetto vanno al suo bar a prendere un rancio per mangiare, stavolta lei ha dovuto chiudere prima e il rancio non poteva consegnarlo. Cercava qualcuno che lo facesse al posto suo. Così ci ha incaricato e come rifiutare? Il problema è che non sapevamo a chi rivolgerci. A differenza di Auckland qui non ci sono senzatetto che si mettono per strada o almeno non ad orari pomeridiani, così cercando su internet abbiamo scoperto esserci appena dentro Tauranga, un centro accoglienza dove siamo andati subito e abbiamo lasciato il pasto a una signora che ci ha aperto. Era stra riconoscente e noi molto soddisfatti.

La serata si conclude che io sono attaccata al camino infreddolita e Mattia con una voglia enorme di pizza. 😂 dobbiamo ancora cenare.

A domani!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...