Nuova Zelanda

Mt. Maunganui

Come avevo anticipato ieri nell’articolo, stamane siamo andati in posta per fare il cambio di proprietà sull’auto e poi siamo partiti per Tauranga. Ci sono volute 3 orette ma sono trascorse piacevolmente perché Mattia è un ottimo guidatore, la strada era poco frequentata e il paesaggio era collinoso e verdeggiante con gli animali al pascolo ovunque.

Ci siamo fermati a mangiare in un bar a metà strada (evitate i fast food vi prego. Qui sono ancora peggio) e poi siamo ripartiti dopo aver notato che quel paesino (non ricordo il nome) era pieno di negozi di antiquariato.

In realtà ci troviamo a Mt. Maunganui che resta leggermente sposato. Abbiamo visitato 3 ostelli prima di decidere. Il primo,  ovvero questo in cui alloggiamo, si chiama Seagulls e chiede 78$ al giorno in stanza doppia, però la wifi finalmente è gratis e anche le salviette per il bagno oltre che le coperte felpate  (in altri luoghi queste cose si pagano e tanto), abbiamo provato a vedere anche al Pacific Lodge un ostello pieno di backpacker, molto alla buona ma non tanto come prezzo. Chiede 84$ per la stanza doppia altrimenti le camerate costano meno ma sono miste e purtroppo erano le uniche rimaste. Inoltre il corredo di cui parlavo prima è a pagamento in questo ostello. Ultimo ostello visitato il Just the ducks nuts (si il nome è strano😂) ma anch’esso non aveva più camere doppie e in più si paga la wifi e sinceramente dico basta a questo sopruso. Una persona paga la wifi quando è stata creata apposta per la navigazione libera. Inoltre con tutti i diritti che uno possa chiamare liberamente le persona lontane. La differenza tra gli altri ostelli e questo è che gli altri ti aiutano nella ricerca del lavoro, a patto alloggi da loro ovviamente. Peccato che con i prezzi che chiedono in pratica vado a lavorare per mantenere loro…non si chiama apprifittarsene tutto ciò? Noi ci arrangiamo come sempre e domani chiamiamo l’indiano che dice ci darà lavoro nei kiwi. Speriamo bene! L’azienda Zespri è proprio qui dietro.

Insomma abbiamo scelto questo ostello Seagulls perché, a parte il proprietario gentilissimo, è  davvero ben tenuto, spazioso, poca gente e SILENZIO. Finalmente dopo i rumori assordanti della città a tutte le ore. Non mi manca lo scampanellio dei semafori ad esempio. Inoltre qui c’è anche la stanza col camino e divani ovunque. Stra organizzato. Per cena la scelta è ricaduta su quale ristorante? Potevamo accettare l’offerta sconto dell’hamburger al fast food o siamo andati sul sicuro in un locale indiano secondo voi? Be si mangia divinamente con la cucina indiana e anche qui ci sono due ristoranti indiani e dunque….ottimo la decisione era presa. Ora siamo già sotto le coperte,  Mattia sta già dormendo e ora lo raggiungo. Buona giornata gente!

PS. Indovinate chi sono i nostri vicini di stanza…2 indiani…India ovunque anche qui…Fantastic😉

PS2. Ieri una ragazza del nostro ostello disse che si capiva che c’eravamo noi italiani a parlare in cucina perché la melodia era differente. Melodia capito? La nostra lingua è melodiosa e non dobbiamo farcela inglesizzare come tanto va di moda sia in TV che sui giornali. La nostra lingua è ammirata e conserva dentro di sé secoli di storia. Salviamo la nostra italianità dato che è una qualità aggiunta che possediamo di Natura. Quel poco di orgoglio che resta alla nazione dopo tutto ciò che sta passando, portiamolo dentro di noi quando siamo all’estero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...