Nuova Zelanda

Luci e ombre di Auckland

Auckland è la terra delle grandi occasioni ma anche delle grandi contraddizioni. Più volte abbiamo notato che spesso sono i Maori, ovvero le popolazioni locali, a dover chiedere l’elemosina agli angoli delle strade. Un luogo come questo che offre lavoro a noi turisti stranieri non è in grado di coprire le esigenze di chi nel posto ci è nato? A volte me lo chiedo. In fin dei conti sono i Maori la popolazione autoctona ma essendosi visti sradicare dalle loro abitudini hanno perso la bussola e ora non si integrano completamente in una società dedita al consumo e alla produzione.

Contrasti che ci sono ovunque, però lascia senza parole che spesso gli aiuti vengano proprio da persone che hanno meno di noi. Come quel signore che ieri ci ha pagato i 50 cent mancanti per il nostro miele e nemmeno ci conosceva e oggi abbiamo ricambiato facendogli l’elemosina perché purtroppo abbiamo scoperto sia un uomo che vive per strada. Ci è dispiaciuto tantissimo scoprirlo ma al contempo siamo stati felici di scambiare qualche parola e sentirci dire che è originario del Sri Lanka terra dove siamo stati un anno fa. Quanta umanità nelle persone più umili! Oppure un ragazzo australiano anch’esso seduto per strada che cercava qualche dollaro perché evidentemente la sua esperienza di lavoro non gli ha portato fortuna qui. Tristezze quotidiane che però fanno riflettere e non dobbiamo mai rassegnarci a dire che tanto non ci possiamo fare nulla, che non ci riguarda o comunque di casi così ce ne sono troppi, il problema è la società non loro! L’uguaglianza sarebbe facile da conquistare ma ovviamente chi ha il “potere” non ha il minimo interesse a sistemare la situazione. Piuttosto costoro si fanno ritrarre su riviste patinate con il cappello all’ultima moda con la piuma di struzzo o fanno finta di dedicarsi al sostegno umanitario. Non sappiamo di che farcene di gente così.  Più viaggio e più mi rendo conto che la cosa più sbagliata è abituarsi a tutto questo come fosse “normale”.

Tutti i politici del mondo parlano di povertà ma sarà sempre il povero ad aiutare l’altro povero

A parte tutto questo sfogo, ma credo sia dovuto, perché si racconta il bello ma si deve raccontare anche il tutto…oggi abbiamo visitato il Museo Art Gallery gratuito con alcune opere sia Maori  (le più belle) che moderne. Al di fuori c’è un parco magnifico con un’università e infatti al parco era pieno di studenti. È incredibile come sappiano godersi la vita qui. Aria aperta e tanto sport. E da notare l’assenza quasi totale dei conservanti e coloranti negli alimenti. Ben lungi siamo in Italia da questa salutare prassi. Anzi mi arrivano le petizioni da firmare riguardo al divieto di introduzione degli OGM in Europa. E ne stiamo ancora parlando? Già sono rimasta delusa dai risultati del voto del 17 Aprile. Pensavo la gente fosse più virtuosa…che illusa!

È  bello perché qui a ogni via della città c’è un locale chiamato Tank (lo recensirò su Tripadvisor) che propone insalatone con varianti di pollo, semi proteici come la Chia, yogurt alla menta, colazioni alla frutta come l’Açai, Guaranà, polpa di mango e cereali. So good! Io sono amante della verdura e della frutta SEMPRE e quando ero a casa c’era poca scelta e spesso scadente dunque sono contenta che qui si trovino questi locali alternativi con succhi di frutta a tutte le ore, decidi tu le combinazioni. Sono stra avanti anche in questo. Certo ci sono anche le catene di fast food (purtroppo) ma i negozi salutari fanno la differenza. D’altronde checché se ne dica è importante cosa si mangia!

Ci stiamo già muovendo ovviamente sul fronte lavorativo ma per ora preferisco non dare notizie (per scaramanzia) ma comunque di annunci se ne trovano e di gente disponibile a fornire informazioni pure. Come un vigile di Madrid che vive qui da molto tempo che ci ha dato qualche suggerimento. E così ho potuto parlare spagnolo e tenerlo aggiornato. In un mondo multiculturale trovi ogni tipo di idioma, come la ragazza del centro fitness peruviana anche lei come me non troppo inglesizzata.

Bene, ora ho finito di gustarmi la papaia che ho comprato, ore 22.28 tra poco si va a nanna…ma…

Sapevate che esistono moltissimi prodotti a base di placenta di pecora e lanolina che ignoravo completamente cosa fosse? Qui pare vadano parecchio di moda gli integratori per lo sport e ricostituenti. È un business molto riuscito in quanto ci sono interi negozi e farmacie dedicati. Ovviamente i prezzi non sono popolari. Spesso e volentieri sono prodotti cinesi quindi bisogna fare attenzione.

Ok vi ho raccontato anche l’ultima chicca di oggi. See you soon! 👋

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...