Spagna

QUIEN NO HA VISTO SEVILLA NO HA VISTO MARAVILLA

Vi parlo di questa splendida città d’arte, che si trova nel sud della Spagna, quasi al confine col Portogallo, nella famosa e magica Andalucia.
Il volo con partenza da Bergamo lo pagammo 89€ in due, le date furono dal 4 all’11 giugno 2011 e alloggiammo nel Convento Santa Gloria, dalla cui finestra di ammirava la Giralda. Il costo dell’alloggio era di 450€ in due con prima colazione ricchissima aggiungo. Penso fosse la colazione migliore che avessi provato!
http://www.hotelconventolagloria.es/


L’hotel era veramente curato in ogni minimo dettaglio e quando venivano giornalmente a fare le pulizie, trovavamo un piacevole profumo d’incenso nella stanza.
Siviglia la si gira comodamente a piedi, anche se non decidete di alloggiare nel centro. Noi comprammo ancora qui in Italia la guida completa del Touring Club, con le varie attrazioni divise per quartiere, ogni luogo aveva la mappa molto chiara su come raggiungerlo. Ovviamente c’è ampio suggerimento anche su dove mangiare e cosa comprare.
Poi comprammo una guida fotografica anche arrivati a Siviglia, ne troverete di molto belle e ricche in italiano.
Cosa vedere:
Siviglia è un gioiellino antico, avrete davvero da vedere parecchie cose, io vi consiglio quelle che abbiamo visitato:
Giardini Alcazar, ovvero i giardini reali, proprio vicino alla Cattedrale;
la Cattedrale, esempio d’architettura gotica, finemente decorata e ovviamente l’entrata sarà a pagamento, così come la Giralda attigua, niente di che all’interno, è una torre da salire per vedere lo spettacolo della città dall’alto. Merita molto di più vedendola da fuori, comunque appena fuori troverete persone che si offrono di farvi da guide (in italiano) e radunano un gruppetto di gente e poi inizia la visita. E’ tutto molto ben pianificato;
Plaza de España, splendida piazza, la più famosa, decorata con piastrelle di azulejos provenienti dal Messico, potrete anche noleggiare una barchetta e girarvela sul laghetto che la percorre;
Barrio Santa Cruz, davvero suggestivo, quasi nascosto, lo troverete per caso, caratterizzato da alberi di arance e panchine d’azulejos. Troverete parecchi ristorantini in cui riposare e mangiare tutt’intorno;
Parco di Maria Luisa, per passare una giornata seduti al fresco, o facendovi una passeggiata, sono molto grandi, sono proprio attigui a Plaza de España;
Museo del Bellas Artes, gratuito, pieno di quadri meravigliosi, tra i più belli che ho mai visto;
Casa de Pilatos, c’è sia la guida normale che l’audio guida, noi abbiamo scelto l’audio guida, posto interessante e ben decorato, un salto nel tempo;
Museo del Baile Flamenco, non era il massimo per niente, a parte l’esposizione di qualche foto e abito di scena erano tutte camerate oscure in cui vedere video del ballo, soldi buttati a mio modesto parere;
Plaza de Toros, più per la piazza che per la visita all’arena, la solita celebrazione di un'”arte” assolutamente da cancellare se può chiamarsi arte;
Museo de Lebrija, molto lussuoso e ricco di pezzi rari e antichi, consigliato!
il quartiere di Triana, quartiere gitano per eccellenza in cui troverete negozietti che vendono le ceramiche tipiche sivigliane, e per chi non lo sapesse Siviglia è famosa anche per l’incenso che troverete venduto in parecchi banchetti nelle piazze;
Museo Archeologico, anch’esso gratis come quello delle Belle Arti, ci tengo a precisare che sono gratis questi musei SOLO per i cittadini europei, non so se ora la faccenda sia cambiata o no;
Archivio delle Indie, secondo me è inutile andare, ci sono un pò di quadri dei conquistadores e alcune carte dell’epoca da sfogliare e alcuni oggetti provenienti dalle colonie americane, comunque è gratis;
Jardines de Murillos, oasi di pace, davvero da godere;
Torre de Oro, proprio sul Guadalquivir, prima era rivestita interamente d’oro, conserva cimeli nautici;
Navigazione sul Guadalquivir, ne vale la pena, dura un’ora e vi godrete il panorama della città sul fiume, all’epoca costava 15€ in due;
le chiese:
Iglesia de la Magdalena,
Iglesia Colegial Del Salvador,
Capilla de los Marineros de Triana,
Iglesia de la Macarena (una delle più belle e famose dopo la Cattedrale)
invece per quanto riguarda lo svago avrete l”imbarazzo della scelta nei tablao, ci sono quelli che non si paga e si compra solamente da bere tipo Casa Anselma, ma ne troverete molti altri sul web o chiedendo in giro a Siviglia, oppure come abbiamo fatto noi che ancora non lo sapevamo, abbiamo prenotato per 30€ a testa a Tablao Los Gallos per due ore di spettacolo, incantevole veramente, ma vedrete il flamenco ovunque dunque se trovate dove non si paga sarà ancora più bello.
Avvertenza: per strada ci sono parecchie gitane che vogliono leggervi la mano dandovi un rametto di rosmarino porta fortuna, attenzione! all’inizio sembra tutto gratis, poi vogliono i soldi, dicono le stesse cose a tutti e non vogliono moneta ma carta,(capito bene?)dunque se volete provare una volta, ma ve lo sconsiglio, le trovate spesso e più concentrare in centro.
Altrimenti ci sono per strada gitani che magari suonano la chitarra e vendono nacchere e ventagli di legno dipinti a mano per pochi €.
Mangiare:
Paella a volontà, quella più buona che abbiamo mangiato è stata in un locale che era specializzato in carni alla brace di nome 5 Olivos in C.C. Plaza de Armas. Una paella fantastica e a buon prezzo, ci vuole un pò di tempo nella preparazione ma ne vale la pena. Un dolce da assaggiare dopo che avrete finito il pasto sarà il Tocino de Cielo, un dolce tipo flan, ma mooolto più gustoso e denso.
Altrimenti, più dispendiose, ma famose, le tapas, di ogni tipo, gustose non c’è che dire ma per il prezzo che costano io le sconsiglio tutte le sere sennò spenderete parecchio, o almeno così è in centro, se vi spostate ovviamente i prezzi ovunque calano.
Da mangiare non mi sento di consigliare nulla perchè veramente c’è di tutto, e la paella è ovunque come potete immaginare.
Noi siamo capitati, durante la vacanza,in un giorno proprio che c’era una festa, credo della Virgen Macarena ed è tutto molto colorato e non raccolto come da noi, ognuno vestiva abiti folkloristici e si scoppiavano petardi. Dicono sia molto suggestiva la Feria de Abril o il Pellegrinaggio al Rocìo, una madonna adorata a Siviglia, ma ovviamente preventivate un costo maggiore.
Si me pierdo quien me busca por las calles de Sevilla?!
E’ il mio consiglio: perdetevi nelle stradine ombreggiate dai secoli, troverete meraviglie e vedrete casette con patii meravigliosi, Sevilla è proprio un altro pianeta, sembra di tornare indietro nel tempo, ma inevitabilmente di dover andare avanti, con amarezza per ciò che si lascia, vi incanterà il suono della Giralda, è cristallino e gioioso. Godetevela e buone vacanze!

Annunci

9 thoughts on “QUIEN NO HA VISTO SEVILLA NO HA VISTO MARAVILLA

  1. Sevilla tiene una cosa, que sólo tiene Sevilla

    Que sólo tiene Sevilla

    Luna, sol, flor y mantilla

    Una risa y una pena

    Y la Virgen Macarena

    Que también es de Sevilla
    Y tiene además Sevilla

    Un tesoro a cada orilla

    La Giralda y sus campanas

    La Esperanza de Triana

    Que también es de Sevilla

    Que también es de Sevilla

    Y Sevilla por tener

    Tiene la gloria en sus manos

    A Jesús del Gran Poder

    Que también es sevillano.

    Sevilla tiene mil cosas, que sólo tiene Sevilla
    Que sólo tiene Sevilla
    Y entre tanta maravilla
    De escudo un nomadejao
    Y su parque renombrado
    Siempre en flor para Sevilla

    Y tiene además Sevilla
    Y no de mentirijilla
    Una gracia y un seseo
    Una juerga y un jaleo
    Y el olé que es de Sevilla

    Y un olé que es de Sevilla
    Y Sevilla pa rezar
    En Triana junto al río
    Tiene de plata un altar
    Pa la Virgen del Rocío
    …. Yo la quiero Sevilla, y la echó de meno, un montón! Y con ella,todos los amigos y el mágico Flamenco. Olé! 😀 Zah

    Liked by 1 persona

      1. Es una poema flamenco de los grandes Lole y Manuel y otros artistas también cantaron y tocaron esta hermosa canción.
        PS: perdón, todavía no soy así buena con el español!!! 😉

        Mi piace

      2. Tienes un español muy bueno! me encantan los artistas españoles como Lola Flores, Rocio Jurado, Isabel Pantoja solo por decirne algunos. Yo soy italiana, si prefieres hablar en tu idioma no te hagas problemas. Y…yo tambien adoro el flamenco

        Liked by 1 persona

      3. Wow! Che spettacolo! Ti auguro ogni bene e tanta gioia e continua crescita! Perché un posto nuovo ha tanto da raccontare e insegnare. Che bello viaggiare… Non è la possibilità purtroppo, ma sonó un mix di origini e culture e viaggio attraverso i Libri, i documentari e da poco anche attraverso il tuo “blog” ! Claro que sigo,siguen dote…. Si dice cosí?! Che Dio ti benedica. A presto. Buon Viaggio.
        Ps: se ami il flamenco ti invito a dare uno sguardo alla mia pagina facebook “Pasión y Duende” Ciao! Zahira 🌸

        Mi piace

      4. Concordo pienamente col tuo pensiero Zah, il viaggio apre la mente e ci aiuta a chiudere vecchie ferite. Anche a te auguro oceani di benedizioni! Visito subito la tua pagina sono proprio curiosa. Chissà che nella vita possa seguire un corso di flamenco. Per ora lo ballo in casa 🙂

        Liked by 1 persona

  2. La Adoro! Ciao sono stata tre volte, e già la seconda volta me la giravo a piedi senza piu’ l’uso della cartina! È magica ed è vero che ci si innamora.
    Gitana con il flamenco;
    Architettonica con la Giralda;
    Storica con le epoche arabo antiche e cristiane. Sí un giorno ciao rivedremo e forse chissà, vivrò lì. Buona serata. 🙂 Zah

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...