Grecia

Isola di Kos

L’isola di Kos fa parte del Dodecaneso. L’isola è molto vicina alla Turchia, da cui è culturalmente influenzata.
Noi siamo andai dal 4 al 18 settembre 2012 e abbiamo speso davvero poco.
riassunto costi:
volo 160€ a testa partenza da Bergamo. In 2 orette abbondanti arrivate. Con Ryanair talvolta si arriva anche in anticipo.


L’alloggio: abbiamo prenotato presso Studios Haralambos in località Kefalos, un gruppo di appartamentini essenziali, ma comodi e ben tenuti nonostante siano datati, al costo di soli 12€ al giorno a testa. Inoltre c’era pure il ristorante in cui si mangiava divinamente spendendo davvero poco. Si chiama Ristorante Limani.
Tenete presente che sull’isola in qualunque posto alloggerete, nel bagno non si può buttare la carta igienica, ma solo nel cestino, è una cosa che a quanto so caratterizza tutta la Grecia (o perlomeno le isole) perchè sembra non abbiano fognature adeguate per gettarci la carta. Vi sembrerà un tantino scomodo ma vi abituerete.
Come soluzioni per alloggiare veramente avrete l’imbarazzo della scelta, specialmente se vorrete spendere poco. La zona di Kefalos l’abbiamo scelta perchè molto tranquilla e perchè sono concentrate lì le spiagge migliori in assoluto ovvero: Agios Stefanos, una baia lunga con acqua calma sempre, calda e cristallina con spiaggia attrezzata e dirimpetto un’isolotto raggiungibile a nuoto (o come noi col pedalò) su cui è costruita una piccola chiesetta e chi arriva sopra di solito suona la campana. E’ una delle spiagge più belle. Poi c’è Agios Mamas, una spiaggia veramente in cui capiterà di esserci solo voi, c’è poca sabbia e molta roccia non appuntita) e il mare è una meraviglia. La troverete percorrendo una stradina solitaria in mezzo alla natura. Limnionas, una spiaggetta che definirei caletta nascosta, col mare azzurrissimo, poca gente e vicino c’è anche un porticciolo. E’ balneabile da entrambi i lati ma vi accorgerete da soli qual è meglio. Paradise Beach, che è altrettanto bella, dispone anche di lettini e ombrelloni.
Senza elencarle tutte vi dico solo che le troverete proprio segnalate sulla strada e tutte meritano.
Altra segnalazione importante e gratuita sono le terme, noi abbiamo visto Empros Termi, terme in riva al mare, andateci di sera al tramonto, c’è poca gente, dovrete parcheggiare un pò prima e poi sarete circondati da scogliere a strapiombo e capre ovunque, in mezzo a una natura piuttosto secca, ma con delle terme magnifiche, con pietre nere e acqua molto calda in cui rilassarvi. A differenza delle terme più famose, in Italia, che sono state incanalate e privatizzate, quelle di Kos scorrono libere e gratis, le trovate per forza perchè sono dove finisce la strada.
Per quanto riguarda il cibo, è veramente l’imbarazzo della scelta, ristorantini ovunque, menu internazionale, cucina greca ottima. Noi abbiamo provato la Moussaka, una sorta di Parmigiana di Melanzane, l’immbancabile feta,sempre presente nella famosa insalata greca, la Pita, un pane alla piastra farcito di carne, patate fritte o insalate, chiamate anche Giros Pita, lo yogurt greco con miele, la Baklava un dolce stra buono fatto di sfoglia noci e miele, una vera goduria immancabile dopo pasto, il Tzatziki, a noi non è piaciuto, lo trovate spesso che accompagna le pietanze, è lo yogurt con all’interno delle verdurine, dipende dai gusti comunque…l’hommos di ceci, risonanza della cucina araba, buono ma dopo un pò stanca (almeno per me) poi io che sono vegana ho provato la zuppa di cipolle, veramente buona con 1.50 massimo 2€ mangi. Hanno l’abitudine nei ristoranti (forse reminescenza anglosassone) di portare burro e pane prima di portarvi ciò che avete ordinato.
Luoghi che consiglio vivamente in cui mangiare sono:
Ristorante Limani, Kefalos,
Ristorante Sirtaki, io ci lavorerei in quel posto, è magnifico tutte vetrate che danno sul mare tranquillo di Kefalos, un luogo di relaz assoluto e con poca gente, cucina ottima e prezzi bassi (ma questo non lo ripeto perchè caratterizza tutti i posti)
Taj Mahal per chi come noi ama la cucina indiana questo è un luogo davvero imperdibile che si trova a Kardamena, poco distante da Kefalos
Arap Ristorante Turco in località Platani, piccolo villaggetto caratteristico con cucina greca e turca, location suggestiva e personale gentilissimo
Ristorante Zefiros sempre a Kefalos, direttamente sul mare
Ikaros, località Tigaki, proprio in parte al famoso lago salato che però non consiglio in quanto c’è parecchia fanghiglia secca e il lago lo vedrete da lontano.
Località:
I villaggetti sono molti, tutti caratteristici, ma i migliori secondo noi sono:
Kardamena, Antimachia, Mastichari, Zia (villaggio in cui farete incetta di prodotti d’artigianato da portare a casa) e in cui salendo delle scalette nella roccia troverete un luogo perduto in cui bere fresca limonata o una bevanda dolce alla cannella, circondati dagli alberi e Kos città, dove ci sono un pò di reperti archeologici e anche il museo archeologico e folkloristico che però quando andammo noi erano chiusi per restauro. Poi c’è il castello, da visitare con parecchi reperti. Il porto è molto carino, i negozietti sono tanti e parecchi baldacchini che espongono quadri con paesaggi greci, a differenti prezzi ma tutti molto belli.
Cosa fare:
visitare i Giardini d’Ippocrate in località Mastichari, molto suggestivi, propongono la ricostruzione delle abitazioni greche di un tempo e una gentile ragazza laureata in filosofia, mi offrirà un tè menta e salvia e vi spiegherà qualcosa sulla filosofia, non è una lezione di scuola, ma un discorso interessante sulla filosofia della vita.
Museo del Folklore a Kardamena, casetta tipica greca con le varie stanze che mostrano come si svolgeva la vita di una volta. Davvero carina la casetta, con parecchie foto d’epoca e aria d’altri tempi in un paesino tranquillo.
L’Asklepion, noi l’abbiamo visitato ma non ci è piaciuto, sono resti archeologici.
Il Teatro romano, lo troverete sulla strada come tanti altri reperti archeologici, lasciati all’incuria, non sono a pagamento, ma la gente cammina tranquilla anche sui mosaici talvolta, perchè non ci sono barriere, come sulla spiaggia di Agios Stefanos la cui spiaggia ospita dei resti composti da colonne e mosaici, perfetta ambientazione per le foto, ma completa incuria per l’importanza del posto.
Castello di Antimachia, costruzione imponente e ben tenuta.
Non c’è molto come vedete, noi in 2 settimane abbiamo visto tutto, più che altro 2 settimane sono consigliate per vederla tutta dato che è lunga 46 km così avrete più tempo sia per le spiagge che per l’interno.
Noi essendo in appartamento mangiavamo spesso a casa, per le spese sono presenti un Carrefour e un Lidl all’interno dell’isola, anch’essi sulla strada principale dunque impossibile non trovarli.
Gite che partono da Kos:
ce ne sono parecchie attenti ai prezzi delle agenzie che spesso vi fregano:
ad esempio noi avevamo prenotato la gita a Bodrum (dista mezz’ora da Kos)partanza Kos città,durante il mercato al suq e ci è costata 20€ a testa mentre c’erano degli italiani che ti portavano a Bodrum per 15€, ma bisogna girare per il porto a Kos e chiedere alle varie barche i prezzi che fanno. Ci sono prezzi molto convenienti. Bodrum è un vero e proprio mercato, sì c’è anche il castello da visitare molto bello e una moschea in cui si può entrare (donne preparatevi a vestire col velo e gonna lunga preparati per voi all’ingresso) ma poi è un bazar, negozio ovunque, merce a prezzi stracciati, merce firmata intendiamoci (non so quanto autentica). Per mangiare sconsiglio il porto perchè noi siamo stati pelati letteralmente col prezzo, piuttosto all’interno trovate banchetti che vendono patate ripiene a prezzi bassi e mangiate e vi saziate.
Il mercoledì è mercato dedicato ai vestiti mentre il venerdì dedicato alle spezie.
Altra gita, con partenza da Kos città,molto più interessanteè stata all’isoletta di Pserimos, poco distante, vi accoglie con l sua totale tranquillità, un mare cristallino tipo caraibi, basso fondale, negozietti che vendono conchiglie e ristorantini casalinghi in cui mangiare veramente bene, strade tutte sterrate e poca vegetazione. La gita si fa in giornata e costa 10€ a testa.
Altra gitona è all’isola di Nisiros, distante un’oretta e costa 14€ a testa ma dipende dall’agenzia dove prenotate.Noi abbiamo prenotato a Kardamena. Ci è stata caldamente raccomandata dalla segretaria dell’agenzia, consigliandoci anche dove mangiare e dicendoci che è un’isola magica e aveva ragione.
Optiamo per fermarci una notte e noleggiamo che è l’unico modo per girare l’isola al meglio. E’ molto piccola ma molto ricca di natura. E’ vulcanica infatti all’interno è presente un vulcano addormentato che è visitabile per il costo di 2€ potrete entrare nel cratere, tra sbuffi di fumo caldo e odore di zolfo.
Dormiamo all’hotel Romantzo, veramente un’hotel di qualità, attaccato al porto, ma abbstanza distante dai rumori. Di fronte ha una chiesetta rossa e bianca molto bella. La religione è greco-ortodossa.
Il costo dell’hotel è di 15€ a testa.
Abbiamo pranzato al Vegos Ristorante, perso tra stradine pietrose ombreggiate, proprietaria deliziosa, mangiato benissimo a poco prezzo.
Le spiagge sono caratterizzate da spiaggia nera, alcune con ciottoli davvero belli, neri e levigati, il fondale digrada dolcemente solo in una spiaggia altrimenti è piuttosto profondo.
In una spiaggetta, particolarmente impervia da raggiungere ma dicasi la più bella, la sabbia era impalpabile e sdraiandosi non si attaccava nemmeno. Era un luogo veramente solitario. Diciamo che in tutta l’isola la compagnia maggiore ve la darà la natura e gli animali liberi. Consiglio comunque di fermarvi una notte almeno e vi basterà per innamorarvi.
Insomma ho detto tutto ora non vi resta che partire e confermare coi vostri occhi.
Buone vacanze!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...