India

Natale alla Missione

Al pomeriggio c’era la preghiera coi lavoratori della missione, tutte persone abituate a piegare tanto la schiena e lavorare duro, uno di questi aveva la maglietta tutta buca e allora ho pensato subito che noi in Occidente andiamo a comprarle fatte cosi, spendendo molti soldi pure, che vergogna! Di certo lavorando come fanno queste persone i jeans strappati e le magliette buche verrebbero…e gratis! Infatti dopo ho detto questa mia riflessione a una suora che ovviamente e’ d’accordo con me e abbiamo fatto una bella chiacchierata sui valori della vita e le priorità(che qualcuno velocemente additerebbe come pura filosofia e basta) e’ stato piacevole anche perchè abbiamo parlato con la suora che in apparenza sembra la più burbera.

Ci hanno dato ancora dei regali tra l’altro. Prima di tutto la merenda con una fetta di torta piu succo di papaya per tutti, poi hanno distribuito i doni e ce li hanno dati pure a noi sebbene li avessimo gia’ ricevuti: 4 sacchetti di dolci tipici indiani. Che  meraviglia!

Invece al mattino siamo andati a fare visita al plesso degli uomini e delle donne che si trova da un’altra parte. Vedi delle situazioni che talvolta scombussolano…come e’ successo a me, mi sono sentita un leggero malessere, un pover’uomo quasi cieco e con le gambe a meta’. Per me e’ stato forte! Specialmente perche’ molti di questi uomini non sanno l’inglese dunque e’ difficile dire anche le cose più semplici invece nel cuore avresti molte cose da dire…cerchi di fargliele capire con gli occhi. Gli occhi più teneri che ho visto e la nostra impotenza e indifferenza talvolta di fronte a tutto ciò…che umilta’, che dispiacere vedere anche certe situazioni, noi che possiamo fare? Domani probabilmente arriveranno i parenti perchè alle 19 c’è’ la messa natalizia. Noi siamo andati nel blocco delle donne dove appunto c’era la superiora e dopo la preghiera ci siamo spostati nel blocco dove c’e’ Cinzia che era come sempre contentissima di vederci. Io quando mi vede faccio finta di nascondermi e scherziamo tanto assieme. Stamattina mi ha fatto la treccia e mi ha insegnato delle parole in hindi insieme a Sushila un’altra ospite che ha avuto la lebbra poveretta. Così piena di risorse, cosi intelligente, siamo venuti a sapere da una suora che ha avuto un figlio con un uomo senza essere sposati,  il figlio e’ stato dato in adozione perchè qui funziona cosi. Poi lei si e’ ammalata…ed e’ qui…ha solo 38 anni ed e’ bellissima. A volte dice che non vuole vivere, si mette a piangere, le dispiace quando andremo via, dice che l’unica persona cattiva è lei…io non so mai come consolarla perche’ le parole in quei momenti non servono, meglio un abbraccio. Lei mi prende sempre la mano e ha piacere quando andiamo da lei, ce lo raccomanda sempre di andare. Credo sara’ tra quelle persone che non dimenticherò mai. Oggi abbiamo parlato delle differenze tra India e Europa e lei dice che vorrebbe tanto venire in Italia perchè c’è piu libertà e la donna e’ tutelata e gli uomini sono più rispettosi e la vita ha piu valore…come darle torto. Magari venisse, ce la porterei subito!

Ok, ora aspettiamo l’ora di cena e intanto vi scrivo. Ho avuto un momento di nostalgia ieri, momento di tristezza, combattimento interiore. Ho momenti in cui desidero totalmente tornare per vedere chi amo poi pero’ penso che un’occasione come questa e’ un dono di Dio ed e’ giusto viverlo completamente. E poi non siamo fatti per stare troppo tempo in un posto senza motivazione. Torniamo e non c’è un lavoro per noi, comunque uno che ci potrebbe consentire di fare una vita come diciamo noi.Poter avere un lavoro che consenta di spostarci e visitare il mondo. A Dio piacendo troveremo qualcosa quando sara’ il momento. Noi ci speriamo con tutte le forze! Credo che basti guardarmi in faccia per vedere come sto… Niente stress, niente pensieri brutti, solo vita vissuta giorno per giorno, per qualcuno potrebbe significare instabilità per noi e’ il massimo. E’ inutile programmare tanto poi le cose vanno diversamente. Per ogni cosa c’è il momento opportuno siamo convinti. E poi si sa…la vita e’ agrodolce come dice una canzone…torneremo niente paura! Sarebbe bello poter tornare per restare…e poi le persone che amiamo so che bisogna goderle finche’ ci sono perche’ per esperienza so che quando una persona se ne va poi manca e rimpiangi di non essere stato con lei più tempo…funziona sempre cosi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...